logoaeegsi

La delibera n. 144/07 dell’Autorità per l’energia, stabilisce che il recesso per cambio fornitore per l’energia elettrica sia senza costi per il consumatore e può essere esercitato in qualsiasi momento, purché si rispettino i termini minimi di preavviso, ossia 1 mese per le utenze domestiche e 3 mesi per le utenze non domestiche in bassa tensione.

Non è stato così per il Ns. socio Salvatore S., infatti, a seguito dell’adesione al Ns. Gruppo di Acquisto Energia (GAE), è stata individuata sul mercato libero un’offerta più conveniente per la fornitura di energia elettrica che produceva un discreto risparmio, ipso facto, l’offerta è stata sottoscritta e l’utenza del socio è passata ad un nuovo fornitore di energia.

Il precedente fornitore, nella fattura di conguaglio ha addebitato un importo di 80,00 € a titolo di onere aggiuntivo.

Il socio si è rivolto al Ns Ufficio Tutela che si è attivato inviando al fornitore precedente una richiesta di storno di tale importo in quanto non dovuto.

Il precedente fornitore riconoscendo che l’importo era effettivamente non dovuto, ha operato lo storno richiesto.

Questa è la conferma che la gestione delle proprie utenze da parte di consulenti esperti del mercato energetico e delle sue normative, così come avviene per i soci che hanno aderito al Gruppo di Acquisto Energia, permette di risolvere in modo celere e senza aggravi di spesa le controversie che possono nascere in un rapporto cliente/fornitore.

Tutti i soci possono richiedere la tutela in modo totalmente gratuito contattando la Segreteria Soci al n. verde 800 911314 o inviando una mail a segreteria@associazioneatc.it.

>>> Cambio fornitore energia: Non ci sono oneri per i Consumatori
Iscriviti alla Newsletter

ContactUs.com